1 feb 2010 | Acqua è vita


 In questi giorni nella missione di Quinhamel, in Guinea Bissau, ossia in quel “Corno d’Africa” che spesso occupa le cronache internazionali con storie di guerra, di dolore, e di povertà, c’è chi si sta occupando di portare un sorriso e un aiuto alle popolazioni locali. Parliamo dei Frati Francescani Minori dell’Isola di San Francesco del deserto che hanno accolto -come ogni anno, nel mese di gennaio- un nostro socio  (perdonate l’anonimato, ma è il distintivo di chi opera nel volontariato) che ha portato laggiù  il frutto della sottoscrizione avviata all’indomani della scomparsa di Gianni Rizzato, con lo scopo di riattivare un pozzo d’acqua tramite l’installazione di una pompa (valore della pompa 2000 euro).  Bene: come ha ricordato la nostra presidentessa Angela in occasione dell’incontro dello scorso 11 dicembre per lo scambio degli auguri natalizi, la sottoscrizione non è andata come pensavamo… è andata molto, ma molto meglio ! Abbiamo raccolto ben 4.000 (quattromila !) euro, tanto che con quella cifra riusciremo a riattivare due pozzi. E li intitoleremo a due grandi amici, nostri e della Serenissima: Gianni Rizzato, indimenticato Presidente della remiera per molti anni, inguarible amante della voga alla veneta e infaticabile promotore di iniziative benefiche; e Giorgio Trolese, innamorato della nostra città e molte volte prezioso “aiuto”, tanto concreto quanto discreto, nella gestione sempre difficile degli impegni della nostra Società.

Due “fonti di vita”, quindi, porteranno il loro nome (guardate le foto delle due targhe che verranno apposte sulle pompe) e dietro a quei nomi ci saranno quelli delle tantissime persone che hanno scelto di onorare la memoria di questi amici con un gesto concreto di grandissimo valore.

Al rientro del nostro socio pubblicheremo il resoconto della “spedizione”  e le foto che documentano il lavoro effettuato.

Grazie a tutti di cuore per la generosità dimostrata.

I commenti sono stati disattivati.